venerdì 14 settembre 2012

Storia dei Jet militari in Italia...con Maurizio Ugo


Oggi ripercorriamo in parte, la storia dei Jet militari in Italia in un modo particolare, lo faremo infatti, tramite i modelli in scala 1/72, del sempre prolifico Maurizio Ugo.

I primi aviogetti militari ad entrare in servizio, nelle file dell'Aeronautica Militare Italiana, furono i De Havilland Vampire, arrivati nel 1951, successivamente si susseguirono macchine di concezione e produzione americana come:

l' F 84G Thunderjet, riprodotto con i colori dell'allora 5a Aerobrigata e del 51° Stormo
  



  

l'F 84F Thunderstrike 
  

  

dell'"84" fu prodotta la versione da Ricognizione, denomina a RF-84F Thunderflash, da sempre definito il miglior ricognitore della nostra Aeronautica Militare
  
  

ecco l' F 86E Sabre prodotto dalla Canadair per la RAF e succesisvamente ceduto all'AMI
  
 
con l'F-86K la nostra industria ebbe un salto generazionale notevole, questa versione infatti, non solo fu il primo Caccia Intercettore ogni-tempo, ma fu anche il primo costruito su licenza dalla FIAT.
Soprannominato affettuosamente "Kappone", venne sostiuito qualche anno più tardi dall'allora nuovo Caccia Bisonico F-104G.

  

  

Ricordiamo poi anche l'addestratore americano T-33
  



Ma i nostri progettisti non stavano certo a guardare...anzi...negli anni '50 videro luce, oltre ad alcuni prototipi come il Fiat G-80,  l'Ariete e il Sagitatrio, anche due velivoli entrati a pieno diritto nella storia, come il bellissimo Fiat G91 del duo Gabrielli/Fiat, che Maurizio ci mostra nella versione "pre-serie"
  




nella versione " R " 
  


nella versione " T " da addestramento avanzato

  
  

  e nella versione " PAN " delle nostre Frecce Tricolori, dove ha prestato servizio dal 1963 al 1982 quando venne sostituito dal MB-339
  

  

un'altro successo, tutto Made in Italy fu quello del mitico "Macchino", il famoso addestratore MB326 nato dalla mente dell'Ing. Ermanno Bazzocchi e costruito dall'Aermacchi. Questo velivolo "addestrò" tanti piloti non solo italiani e rimase in servizio per tanti anni, anche nelle squadriglie collegamenti, come questo velivolo del 9° Stormo. Venne sostituito, con altrettanto successo dal già citato MB339.


concludiamo la carrellata di questi bei modelli, mostrandovi la riproduzione del Tornado IDS, quì rappresentato con i colori del 36° Stormo 156° Gruppo di Gioia del Colle.


alcuni velivoli mancheranno, ma il nostro scopo era mostrare i modelli costruiti da Maurizio. Mancherà l'F104 che però potrete trovare in un articolo precedente, dedicato interamente a questo meraviglioso velivolo, con altrettanti meravigliosi modelli sempre by Maurizio Ugo.



Nessun commento:

Posta un commento