Passa ai contenuti principali

Raduno Aeromodellistico Lecce-Lepore in Vernole

Domenica 15 settembre 2013, aeroporto Lecce-Lepore in Vernole (LE); 44 partecipanti iscritti ad esibirsi in volo; 65 modelli volanti; febbre di volare oltre 40°; voglia di incontrarsi per condividere le passioni : superata " oltre l'arco rosso" ; incidenti  nessuno; voli spettacolari con particolari riferimenti a programmi acrobatici anche PAN , ricostruzioni di duelli aerei  1° e 2° guerra mondiale: oltre le aspettative. Non sono questi semplici  freddi  matematici riporti statistici, bensì una breve sintesi di questa splendida,  favolosa, spettacolare e partecipata 3° edizione della manifestazione/raduno aeromodellistica città di Vernole. Si fa piacevolmente fatica a raccontarla ma vi assicuro che viverla è semplicemente stupefacente. Resta incisa nella memoria in maniera indelebile!
Anche quest'anno, quale bella consuetudine, "ci" siamo reincrontrati " noi" fondamentalisti ed irriducibili cultori di questa stupenda, favolosa disciplina. Non si poteva mancare (!) ed infatti siamo stati puntuali ... La serata del sabato ? Inizialmente trascorsa in piazza a Vernole per una dimostrazione statica dei vari modelli,  delle loro qualità e caratteristiche. Statica mica tanto ... Droni ed eli-elettrici, luminosi e dotati di telecamere, hanno inchiodato con in  naso su i presenti, in specie coloro che vedevano quegli strani " attrezzi  volanti non identificati " posarsi persino in testa alla statua della madonnina in cima all'obelisco ! Nel seguito, per essere accolti nella magica cornice della struttura agrituristica di Villa Conca Marco a brevissima distanza dall'Adriatico. Sino al mattino, in compagnia dei profumati piatti e dolci tipici salentini, dove il Negramaro ed il Primitivo  erano il biglietto ideale per il settimo cielo... Non ho parole sufficienti per descrivere  il clima, tutt'altro che "francescano", che  accompagnato la serata! Per fortuna il gestore non ci ha ci ha gentilmente fatto uscire a calci la dove meglio si vuole... Altri commensali presenti, tra questi una famiglia di tedeschi, hanno "timidamente" chiesto quale ricorrenza, anniversario o festeggiamento particolare, fosse motivo di quella chilometrica tavolata con annesso impianto stereo da spacca timpani autoallestito. E' stato semplicemente risposto loro: questo è il semplice, modesto, sobrio ma "caldo" modo che hanno gli aeromodellisti ed i cultori del volo in genere di trascorrere una serata insieme con simpatia! 
Il nostro "grazie infinito" a Vito, Massimo, Roberto e gli altri amici del gruppo di Lecce per l'eccellenza organizzativa. Con simpatia  Antonio Russo 
Dimenticavo: i bambini ringraziano vivamente per aver ricevuto un "TIR" carico di caramelle e cioccolatini e, visto che non bastava (...)  un elicottero ne ha scaricati dal cielo un altro sacco! Ciao  ed arrivederci  a San Severo (FG) il 29 p.v.          








 
Antonio Russo (nell'ultima foto...)

Commenti

Post popolari in questo blog

Come installare il modulo 2.4 Ghz DHT della FrSky sulla Futaba 7C

Guida su come installare il modulo 2.4 Ghz DHT della FrSky sulla Futaba 7C eliminando completamente il modulo FM ATTENZIONE! L’autore dell’articolo (e lo staff di Modellismo.me)  non si assume nessuna responsabilità in caso di danni alle vostre trasmittenti! NB: Questa procedura è per chi non ha bisogno del collegamento Allievo/Maestro o per un eventuale collegamento al PC in quanto il modulo FM, che verrà completamente eliminato, ha al suo interno anche l’attacco per il collegamento esterno! Iniziamo! Innanzitutto mi sembra evidente che per prima cosa sia necessario togliere la plastica posteriore della nostra 7C tramite le 4 viti apposite posizionate quasi ai bordi della stessa. Una volta tolto avremo d’avanti: A questo punto tagliare tutti i cavi collegati al modulo FM mentre per l’antenna svitare le viti ai capi dei fili. Dopo aver tolto il modulo FM e la relativa antenna sfilandola dall’alto siamo pronti per inserire lo switch a corredo

Come realizzare un paracadute per aeromodellismo

Come realizzare un paracadute per aeromodellismo Testo e Foto di Giuseppe Cirillo  Benvenuti in questa utile e semplice guida che vi spiegherà come progettare e costruire il vostro paracadute. Che voi vogliate costruire un paracadute da lancio oppure un paracadute balistico per interi aeromodelli poco importa, bisogna solo modificare alcuni aspetti di progetto che elencherò in seguito è il gioco è fatto,prima di passare alla progettazione vi auguro   buon lavoro e felici atterraggi! 1° fase scelta della velatura e della sua grammatura. Di solito nel 90% dei casi la velatura e composta da materiale plastico,useremo proprio quest’ultimo per realizzare il nostro paracadute(il materiale lo recuperiamo dalle semplici buste per la spesa) la grammatura(densità della busta da spesa) da scegliere dipenderà dal carico che dovrà sopportare la vela quindi,                                                                                                                         

F3A VINTAGE

Il Galaxy Vintage...ovvero gli aeromodelli degli anni 60/70/80 e primi anni del 90 che, grazie alla disponibilità dei famosi progettisti e piloti dell'epoca e non, ma soprattuto grazie alla voglia di aggregare tutti gli appassionati del modellismo d’epoca a cura del promotore di categoria Cristiano Giustozzi, stanno rivivendo oggi sui campi di volo, una nuova giovinezza. Il Kosmo Un modo per ricordare queste vecchie glorie e anche per far conoscere, ai giovani modellisti di oggi, degli aeromodelli e una disciplina notevole, di quando si faceva acrobazia "balistica" con aeromodelli spinti da motori 2 tempi 10cc con scarichi accordati e non. I modellisti italiani sono stati tra i più famosi in questa categoria, e sfornarono modelli bellissimi e vincenti. Basta ricordare il Kosmo ed il Komet con cui volavano Benito Bertolani e Beppino Bertolozzi, pluricampioni di categoria, il Galaxy che sotto gli abili pollici di Ruggero Pasqualini fu protagonista di lanci m