Passa ai contenuti principali

Aeromodelli in .... CARTONE!!!

Oggi vi presento una serie di particolarissimi..ed economicissimi Aeromodelli in ... CARTONE!

L'idea e il progetto di questi modelli è del nostro amico Simone Nosi...e questo è il suo "ROMPISCATOLE"

eccovi un estratto del suo articolo:

 L'IDEA


Dopo aver visto vari modelli realizzati con l'ausilio del depron sulle pagine di questa rivista (La Suocera, Huges H1 racer ecc.), ho sentito l'impulso di: Prendere un foglio di depron, disegnarvi sopra un semplice modello, dare questo foglio ed una scatola di pennarelli ai miei figli e fargli ritagliare il modello; aiutarli a metterlo insieme, installarci sopra radio e motore e farglielo pilotare (con il cavo allievo-maestro).
La ricerca del depron è stata purtroppo infruttuosa, ho persino telefonato alla Tillmans(distributore per l'Italia), per avere gli indirizzi dei rivenditori a me vicini, ho visitato un sacco di negozi del tipo colorificio, bricolage, tappezzeria ma... i tempi si allungavano ed il depron non si trovava.
Poi, sul N. 52 di modellismo appare un test su un modello di cartone, il "Mini", e quindi la folgorazione... CERTO IL CARTONE! atossico, ecologico, facilmente reperibile, non costa niente, si taglia con le forbici e si piega facilmente.
Complice una domenica piovosa, metto in atto i miei propositi, trovate delle scatole vecchie (ma in buone condizioni), vi disegno sopra vari modelli e li passo ai figli per il lavoro di colorazione e ritaglio, le "opere" potrebbero forse anche andare ma poi... i bambini pretendono giustamente di poterci giocare in casa senza attendere il cessare della pioggia, con l'esito che potete immaginare, e mentre loro distruggono ciò che hanno appena costruito io ritaglio un altro modello dal cartone e lo assemblo (serve circa un ora e mezzo) il modello non è colorato come quelli dei bambini, ma per verificare come vola va bene lo stesso.
Terminato il modello vi installo radio e motore impiegando circa 3 ore, cioè il doppio della realizzazione dell'intero modello! 


POTETE LEGGERE L'ARTICOLO COMPETO E SCARICARE I PIANI COSTRUTTIVI SUL 


Questi invece sono gli esemplari costruiti dall'amico Renato Ferrario...
lascio a lui la parola:


Si tratta di una realizzazione economicissima se si usa il materiale indicato da Nosi, il cartone ( quello delle scatole da pizza va benissimo ed occorrono 3 scatole per realizzare il modello nell'arco di una giornata con l'ausilio di colla cianoacrilica).
 
Per evitare che il cartone si afflosci a causa dell'umidità conviene rivestirlo con adesivo vinilico colorato ( decofix, reperibile in colorificio)
In cartone ho realizzato 2 modelli che dopo 3 anni volano ancora egregiamente. Uno ha motore elettrico a spazzole Speed 400 ( nella foto allegata ha colorazione ali giallo e blu) l'altro (ali a scacchi rosso-nero) monta motore brushless classe 400 ( diametro 28 mm)
per entrambi i dati di massima sono:
apertura alare cm 97
lunghezza fusoliera cm 54
profilo ala tipo JEDELSKI in cartone ricurvo
peso in ordine di volo 400 g

elica 6x3






ed ecco l'evoluzione in Depron...sempre realizzata da Renato


Antonio Di Giacomo

Commenti

Post popolari in questo blog

Come installare il modulo 2.4 Ghz DHT della FrSky sulla Futaba 7C

Guida su come installare il modulo 2.4 Ghz DHT della FrSky sulla Futaba 7C eliminando completamente il modulo FM


ATTENZIONE! L’autore dell’articolo (e lo staff di Modellismo.me)  non si assume nessuna responsabilità in caso di danni alle vostre trasmittenti!
NB: Questa procedura è per chi non ha bisogno del collegamento Allievo/Maestro o per un eventuale collegamento al PC in quanto il modulo FM, che verrà completamente eliminato, ha al suo interno anche l’attacco per il collegamento esterno!
Iniziamo! Innanzitutto mi sembra evidente che per prima cosa sia necessario togliere la plastica posteriore della nostra 7C tramite le 4 viti apposite posizionate quasi ai bordi della stessa. Una volta tolto avremo d’avanti:
A questo punto tagliare tutti i cavi collegati al modulo FM mentre per l’antenna svitare le viti ai capi dei fili.

Dopo aver tolto il modulo FM e la relativa antenna sfilandola dall’alto siamo pronti per inserire lo switch a corredo con il modulo DHT. Noi possessori della 7C siamo fort…

Come realizzare un paracadute per aeromodellismo

Come realizzare un paracadute per aeromodellismo Testo e Foto di Giuseppe Cirillo 

Benvenuti in questa utile e semplice guida che vi spiegherà come progettare e costruire il vostro paracadute. Che voi vogliate costruire un paracadute da lancio oppure un paracadute balistico per interi aeromodelli poco importa, bisogna solo modificare alcuni aspetti di progetto che elencherò in seguito è il gioco è fatto,prima di passare alla progettazione vi augurobuon lavoro e felici atterraggi! 1° fase scelta della velatura e della sua grammatura. Di solito nel 90% dei casi la velatura e composta da materiale plastico,useremo proprio quest’ultimo per realizzare il nostro paracadute(il materiale lo recuperiamo dalle semplici buste per la spesa) la grammatura(densità della busta da spesa) da scegliere dipenderà dal carico che dovrà sopportare la vela quindi, paracadute piccolo(diametro <45 cm)-carico leggero-densità della busta leggera (in questo riutilizzeremo la plastica delle buste biodegradabili al …

MB-339 di Martinucci...come realizzarlo in Depron

Cari amici, oggi vi mostro, tramite delle semplici foto, com'è possibile realizzare un MB339 dai piani di Maurizio Martinucci, usando totalmente del Depron anzichè in Polistirene:
Come potete notare dalle foto, sicuramente più esaustive, nelle zone in cui bisognerà arrotondare la fusoliera...e di conseguenza..togliere più materiale, dovrete raddoppiare i bordi in Depron.
Per riferimento, usate le 3 ordinate che si vedono nel disegno..ma che nella versione originale in polistirene hanno solo scopo indicativo.
Anche i serbatoi alari sono in Depron, mentre gli alettoni e il profondità è in Balsa come per la versione originale.
Il progetto lo trovate quì:  http://www.mauriziomartinucci.com/mb339.php










Se poi invece volete realizzarlo in polistirene, come del resto nasce in origine, eccovi qualche immagine di modelli finiti:


quì invece vediamo l'esemplare personale del progettista Maurizio Martinucci