Passa ai contenuti principali

36° Edizione Volo Aeromodellistico sul Pollino


Domenica 11 agosto 2013, nel cuore del parco montano più esteso d'Europa, che serra a stretta catena i monti del confine calabrolucano, a 1350 slm, dove osano volteggiare solo i grandi rapaci, ha avuto luogo il 36° raduno aeromodellistico del Pollino. 
Il luogo? Non poteva che essere nella splendida ed unica cornice che offre la fiabesca Pedarreto di Rotonda (PZ).  Tra dubbi ed attese, l'Ente Parco Nazionale Pollino, solo qualche giorno prima della fissata data, ha  "sospiratamente" concesso l'uso dell'area!  Tranquilli, abbiamo osservato, con pedissequo rigore, i dettati dell'ordinanza! La stessa, fra l'altro, in testo recita : ... limitare al minimo il sorvolo al fine di ridurre il disturbo alla fauna selvatica ...(!) Ma se in ogni edizione, tutte le specie volatili  ( persino un'aquila mediterranea ) si avvicinano felici a volteggiare insieme ai modelli e, quest'anno, che volavano anche i droni(...) erano ancora più nutriti ed in francescano silenzio, di certo erano tristi quando abbiamo lasciato il campo!  Ma poi qualcuno ha mai visto  "scontrare " un volatile con un aeromodello? Sicuramente no, visto che "loro," di certo, sanno volare moooltooo bene! Allora aiutateci a trovare il modo di disturbarli, visto che sino ad ora non ci siamo riusciti! 
Anche quest'anno il gruppo dei presenti è stato generoso con ben 25 modelli d'ogni genere e, con droni che l'hanno fatta da " padroni " con le loro videoriprese. Anche le poiane, di certo, si son chiesti cosa fossero quegli strani oggetti volanti  e pure pulsantemente luminosi a girolnzolare nei loro cieli. 
Novità? Certo. Sono ricomparsi attivi quei "vecchi pollici" dell'aeromodellismo castrovillarese. Bravo Giovanni ... Dai un altra passata di abrasiva per togliere del tutto la "ruggine" ed andrai come un treno. Grazie al poderoso Enrico che dalla "capitolina" è giunto  per la prima volta a gustare le bellezze di questo Sud tanto bello quanto sventurato! Grazie senza limiti, all'inossidabile Francesco Armentano - presidente del locale gruppo aeromodellistico e creatore di questo evento - che sin dalla prima edizione ha  speso energie e passioni  senza limiti ed oggi, ne godiamo felicemente  i frutti!
Doveroso e sentito il ringraziamento alle Autorità del Parco per le concessioni  ed alla Pro Loco di Rotonda che, da sempre, ha promosso l'evento tra quelli "di interesse turistico e ricreativo" per la zona. E, lo è davvero... Magari impegnatevi  ancora un po...
Ci dispiace per coloro che non  sono stati presenti per altri impegni: Mentre a coloro che "non "son voluti venire, diciamo semplicemente che hanno perso una bella occasione !
Arrivederci al 2014. 
Antonio Russo 
IL VIDEO DEL RADUNO
si ringrazia Vincenzo Salomone per le riprese eil montaggio video


  











 

Commenti

Post popolari in questo blog

Come installare il modulo 2.4 Ghz DHT della FrSky sulla Futaba 7C

Guida su come installare il modulo 2.4 Ghz DHT della FrSky sulla Futaba 7C eliminando completamente il modulo FM ATTENZIONE! L’autore dell’articolo (e lo staff di Modellismo.me)  non si assume nessuna responsabilità in caso di danni alle vostre trasmittenti! NB: Questa procedura è per chi non ha bisogno del collegamento Allievo/Maestro o per un eventuale collegamento al PC in quanto il modulo FM, che verrà completamente eliminato, ha al suo interno anche l’attacco per il collegamento esterno! Iniziamo! Innanzitutto mi sembra evidente che per prima cosa sia necessario togliere la plastica posteriore della nostra 7C tramite le 4 viti apposite posizionate quasi ai bordi della stessa. Una volta tolto avremo d’avanti: A questo punto tagliare tutti i cavi collegati al modulo FM mentre per l’antenna svitare le viti ai capi dei fili. Dopo aver tolto il modulo FM e la relativa antenna sfilandola dall’alto siamo pronti per inserire lo switch a corredo

Benito Bertolani su Modellismo che Passione!

Cari amici di Modellismo che Passione, oggi abbiamo l'onore di raccontarvi il curriculum/palmares di uno dei più famosi modellisti italiani nel mondo, Pluricampione in diverse categorie e produttore di famosi aeromodelli...il Grande Benito Bertolani. Benito scopre l'aeromodellismo all'età di nove/dieci anni, iniziando con il volo libero nella categoria veleggiatori. A 25 anni si sposa con Mariella e riprende l'attività modellistica, alternando al volo libero, quello radiocomandato, ottenendo in entrambe categorie, pur notevolmente diverse tra loro, importanti risultati. Nel Settembre del 1970 a Bologna, in due giornate, vince tutte le selezioni per l'ammissione al Campionato Italiano Categoria Radiocomandata (F3A) ed il secondo giorno vince con ampio punteggio il Primo Campionato Italiano, entrando così di diritto nella "Nazionale Italiana", per partecipare ai Campionati del Mondo in Programma negli USA in Pensilvania nel 1971 Da quel gi

Come realizzare un paracadute per aeromodellismo

Come realizzare un paracadute per aeromodellismo Testo e Foto di Giuseppe Cirillo  Benvenuti in questa utile e semplice guida che vi spiegherà come progettare e costruire il vostro paracadute. Che voi vogliate costruire un paracadute da lancio oppure un paracadute balistico per interi aeromodelli poco importa, bisogna solo modificare alcuni aspetti di progetto che elencherò in seguito è il gioco è fatto,prima di passare alla progettazione vi auguro   buon lavoro e felici atterraggi! 1° fase scelta della velatura e della sua grammatura. Di solito nel 90% dei casi la velatura e composta da materiale plastico,useremo proprio quest’ultimo per realizzare il nostro paracadute(il materiale lo recuperiamo dalle semplici buste per la spesa) la grammatura(densità della busta da spesa) da scegliere dipenderà dal carico che dovrà sopportare la vela quindi,