Passa ai contenuti principali

F 16 Fighting Falcon in polistirene..by Maurizio Martinucci

Eccovi ancora un modello del nostro amico Maurizio Martinucci. Il modello è in polistirene ricavato dal pieno, quì troverete alcune foto con descrizione, per altre info e per scaricare il disegno costruttivo, recatevi sul suo sito : http://www.mauriziomartinucci.com/f16.php

Vista della parte ventrale dell'F 16 Fighting Falcon in costruzione; si possono vedere i pezzi scavati all'interno.






Il cono di scarico ospita il motore elettrico, della classe "400". Un semplice supporto di compensato di betulla da 2 mm, a forma circolare funge da ordinata. L'unione è irrobustita nella parte esterna con una piccola pezza di tessuto di vetro da 80 grammi/ metro2.




In controluce l'F 16 mostra l'unico longherone in balsa, interno all'ala, realizzata con due lastrine di Depron da 3 millimetri. La robustezza è ampiamente sufficente, in considerazione che il modello finito ed in ordine di volo pesa circa 380 grammi.


 
 
Particolare della parte mobile, che funge da alettone e elevatore. Un servo da 7,8 grammi la muoverà senza sforzo perché è fulcrata al 25% della superficie.
 
 



Anche questo modello è dotato di batterie a 7 elementi da 500 mAh, che forniscono una autonomia di 6 minuti circa. Il peso in ordine d volo, prima della verniciatura, è di 380 grammi.





La presa d'aria è stata resa cava per permettere un flusso di raffreddamento al motore ed al regolatore. Inoltre è certamente più realistica. Il collaudo, che è stato effettuato prima della verniciatura ha avuto esito positivo.


 
La colorazione è stata ottenuta con smalti Humbrol, applicati a pennello. Le decalcomanie sono state fatte al computer, con un programma di disegno, poi stampate laser su supporto adesivo trasparente.
 
 
 
 
 


L'F 16 terminato nella sua colorazione.
 
 
 
 
 
 
 
Vista posteriore dove si vede il sistema propulsivo. L'elica è una APC 4.75 x 4.75.
 
 
 
 
 
 
Tanti altri splendidi modelli li trovate su 
www.mauriziomartinucci.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Come installare il modulo 2.4 Ghz DHT della FrSky sulla Futaba 7C

Guida su come installare il modulo 2.4 Ghz DHT della FrSky sulla Futaba 7C eliminando completamente il modulo FM ATTENZIONE! L’autore dell’articolo (e lo staff di Modellismo.me)  non si assume nessuna responsabilità in caso di danni alle vostre trasmittenti! NB: Questa procedura è per chi non ha bisogno del collegamento Allievo/Maestro o per un eventuale collegamento al PC in quanto il modulo FM, che verrà completamente eliminato, ha al suo interno anche l’attacco per il collegamento esterno! Iniziamo! Innanzitutto mi sembra evidente che per prima cosa sia necessario togliere la plastica posteriore della nostra 7C tramite le 4 viti apposite posizionate quasi ai bordi della stessa. Una volta tolto avremo d’avanti: A questo punto tagliare tutti i cavi collegati al modulo FM mentre per l’antenna svitare le viti ai capi dei fili. Dopo aver tolto il modulo FM e la relativa antenna sfilandola dall’alto siamo pronti per inserire lo switch a corredo

Benito Bertolani su Modellismo che Passione!

Cari amici di Modellismo che Passione, oggi abbiamo l'onore di raccontarvi il curriculum/palmares di uno dei più famosi modellisti italiani nel mondo, Pluricampione in diverse categorie e produttore di famosi aeromodelli...il Grande Benito Bertolani. Benito scopre l'aeromodellismo all'età di nove/dieci anni, iniziando con il volo libero nella categoria veleggiatori. A 25 anni si sposa con Mariella e riprende l'attività modellistica, alternando al volo libero, quello radiocomandato, ottenendo in entrambe categorie, pur notevolmente diverse tra loro, importanti risultati. Nel Settembre del 1970 a Bologna, in due giornate, vince tutte le selezioni per l'ammissione al Campionato Italiano Categoria Radiocomandata (F3A) ed il secondo giorno vince con ampio punteggio il Primo Campionato Italiano, entrando così di diritto nella "Nazionale Italiana", per partecipare ai Campionati del Mondo in Programma negli USA in Pensilvania nel 1971 Da quel gi

Come realizzare un paracadute per aeromodellismo

Come realizzare un paracadute per aeromodellismo Testo e Foto di Giuseppe Cirillo  Benvenuti in questa utile e semplice guida che vi spiegherà come progettare e costruire il vostro paracadute. Che voi vogliate costruire un paracadute da lancio oppure un paracadute balistico per interi aeromodelli poco importa, bisogna solo modificare alcuni aspetti di progetto che elencherò in seguito è il gioco è fatto,prima di passare alla progettazione vi auguro   buon lavoro e felici atterraggi! 1° fase scelta della velatura e della sua grammatura. Di solito nel 90% dei casi la velatura e composta da materiale plastico,useremo proprio quest’ultimo per realizzare il nostro paracadute(il materiale lo recuperiamo dalle semplici buste per la spesa) la grammatura(densità della busta da spesa) da scegliere dipenderà dal carico che dovrà sopportare la vela quindi,