mercoledì 11 febbraio 2015

MB 339A ARMADA Italeri scala 1/72 by Maurizio ugo

Il caro Maurizio Ugo ci mostra il suo ultimo modello realizzato, un MB 339A della Marina Argentina (ARMADA), da Kit Italeri in scala 1/72.
Questo velivolo ha partecipato alle operazioni aereonavali nel 1982 nelle Malvinas/Falkland, ma la parola a Maurizio:




Aermacch i MB 339 A Italeri scala 1/72
Il modello in questione è una riedizione del modello Supermodel, abbastanza ben fatto ma purtroppo in positivo, dotato di una discreta gamma di carichi alari, tra cui i pod contenenti i cannoni da 30mm per poter, finalmente, fare la versione usata dalla Marina argentina, ARMADA, durante la guerra delle Malvinas / Falkland.
In questo caso ho inciso i pannelli principali ed eliminato gli altri, decisamente troppo evidenti, già con questa limitata operazione, si ha avuto un notevole miglioramento del modello,  mancano i razzi come da disegno della scatola. Avevo optato per l’auto costruzione, ma non avendo le misure precise e la reale consapevolezza dell’uso, mi son limitato a mettere i pod con i cannoni.
Sono stati sostituiti i seggiolini con due in resina regalati dall’amico Vincenzo Marzolla, il modello è comunque una buona base per fare un buon modello dettagliato, anche e mi sono limitato a poche modifiche.
Per la colorazione mi sono adeguato un pò alle istruzioni e un pò alle foto inviate dall’amico Sergio Bellomo,    con la quale sono riuscito a presentarvi questo velivolo pilotato dal Tenete Crippa, usato in azione contro unità della Royal Navy.
Ho ancora in mente le gesta dei piloti Argentini durante questa Guerra, che si sono guadagnati il rispetto sul campo di battaglia degli inglesi, e da come ho letto, solo  il cattivo funzionamento di alcune bombe, che hanno colpito unità senza esplodere, hanno limitato i danni alla Royal Navy.
Un modello onesto che, con qualche modifica rende bene l’idea di questo aereo famoso sopratutto nel suo ruolo primario, l’addestramento.
Nella scatola troveremo anche un esemplare in carico alle forze aeree degli Emirati Arabi uniti, uno della Scuola Basica Iniziale Aviogetti della Aeronautica Militare Italiana,  e infine un velivolo del Reparto Sperimentale Volo sempre dell’Aeronautica Militare Italiana.
Genova -  Italia   27 gennaio 2015



Maurizio Ugo









Nessun commento:

Posta un commento